Alla scoperta del borgo di Castelmola

MircoMannino/ Settembre 8, 2019/ Castelmola, I Borghi più belli d'Italia, Provincia di Messina/ 0 comments

Amici di In Viaggio con Te, oggi vi porto in uno splendido borgo della provincia di Messina, inserito nella lista dei Borghi più belli d’Italia! 🙂

Castelmola è un borgo situato poco sopra Taormina, su uno sperone roccioso che regala uno splendido paesaggio sul versante settentrionale dell’Etna.

Veduta sull’Etna

Inizialmente chiamata Mylai dai Siculi, Castelmola fu conquistata dopo diversi tentativi dai greci di Siracusa comandati da Dionisio I, lo stesso tiranno che rase al suolo la colonia calcidese di Naxos nel 403 a.C.
Dopo i Greci il borgo subì lo stesso destino dell’intera isola della Sicilia: fu dominata dai Bizantini dopo la caduta dell’impero romano d’Occidente, dopodiché dagli arabi nel 902, dai Normanni, sotto Ruggero il Normanno, nel 1078 e successivamente dagli Angioini e dagli Aragonesi.
Fu con la dominazione romana che il nome mutò dai Mylai a Mola (dal latino mulino) e poi in Castelmola (Castrum Molae –> Castelmola), per la presenza di un castello (castrum) eretto inizialmente dai Siculi e poi riadattato dai Romani.

Scorcio sul borgo

scorcio sul borgo

Scorcio sul borgo

Il borgo, di poco più di 1000 abitanti, nel corso dei secoli ha avuto la fortuna di mantenere l’impianto originario.
Solamente l’ingresso è stato modificato, per dare spazio alla strada asfaltata. Inizialmente tale ingresso era caratterizzato da una scalinata in pietra che culminava con la porta d’accesso al borgo, oggi ancora conservata in piazza Sant’Antonio.

Porta d’accesso al borgo

Piazza Sant’Antonio

Piazza Sant’Antonio

Di notevole interesse è anche il castello, che sorge sul punto più alto di tutto il borgo.
Già menzionato da Diodoro Siculo, la struttura primitiva del castello fu poi rafforzata sotto la dominazione Romana. E’ presente difatti una lapide marmorea in greco-bizantino che recita “questo castello fu costruito sotto Costantino, patrizio e stratega di Sicilia”.

Castello, dettaglio.

Castello, dettaglio

Il castello passò successivamente sotto il dominio arabo del 902, poi sotto i Normanni nel 1078 ed infine sotto il dominio Spagnolo.
Di notevole pregio è la vista che si puà godere dal piazzale sul Mar Jonio e sull’Etna.

Piazzale del castello

Tramonto sull’Etna

Poco distante dal Borgo vi è il Monte Ziretto, una collinetta piuttosto suggestiva dalla cui cima si può godere uno splendido panorama sui Monti Peloritani guardando a Nord, sul Mar Jonio guardando a Est e su Castelmola e Taormina guardando a Sud/Sud-Est.

Monte Ziretto, casa matta presente sulla cima del Monte

Ci si vede per un prossimo articolo, ciao!!

Ciao!

A te

Video:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.