Il borgo di Castiglione di Sicilia

MircoMannino/ Ottobre 19, 2019/ Castiglione di Sicilia, I Borghi più belli d'Italia, Provincia di Catania/ 0 comments

Ciao a tutti amici di In Viaggio con Te! Vi voglio parlare in questo articolo del grazioso borgo di Castiglione di Sicilia, situato in provincia di Catania, a nord dell’Etna, ma praticamente al confine con la provincia di Messina e il comune di Francavilla di Sicilia 🙂 Per la sua incredibile bellezza è stato inserito nella lista dei Borghi più Belli d’Italia!

Veduta sul borgo

Il borgo ha origini molto antiche, si pensa difatti che quest’area fosse stata abitata dai Siculi o dai Sicani. Successivamente fu invasa dai Greci, dopo la fondazione di Naxos del 734 a.C. Il borgo così segue la storia dell’intera Sicilia: fu dominata dai Romani, dagli Arabi e dai Normanni, fino ad esser parte del regno d’Aragona. Fu sotto la dominazione aragonese che il borgo mutò nome da Castel Leone a Castiglione di Sicilia.

Veduta sul borgo e sull’Etna

Dettaglio del borgo

Veduta delle due chiese

Di notevole interesse è il castello Normanno, che assieme al Castelluccio furono realizzati per proteggere la città da un’eventuale incursione avversaria. Essi dominano l’intera Valle dell’Alcantara.

Castello di Francavilla di Sicilia visto da Castiglione di Sicilia

Per quanto riguarda il Castello, definito Castello Grande per differenziarlo dal Castelluccio, si pensa fosse già esistente in età bizantina, poi successivamente fu soggetto a svariate modifiche, fino ad essere stato allargato dai Normanni attorno all’anno 1000, quando furono scacciati gli Arabi dalla Sicilia.

Panoramica sul castello

Veduta dal castelluccio sul Castello Grande

Castelluccio

Altro punto di notevole interesse del borgo è U Cannizzu, torre di vedetta situata sull’estrema propaggine del paese nel quartiere della Cittadella, a difendere assieme al Castello e al Castelluccio la città. Dettaglio curioso è che si racconta che un fulmine spaccò questa torre a metà, lasciando un segno indelebile sulla sua struttura. C’è chi pensa che questa sia una leggenda, chi invece sia verità, fatto sta che tuttora la torre presenta questo squarcio che la rende caratteristica.

Cannizzo

Cannizzo, dettaglio con panorama sull’Etna

Non molto lontano dal Borgo vi è anche la Cuba Bizantina, chiamata anche Chiesa di Santa Domenica, una struttura rigorosamente geometrica, realizzata in pietra lavica attorno al periodo Romano e Arabo. Probabilmente la Cuba più grande presente in Sicilia, curiosa è la sua forma, caratterizzata dall’unione di diverse forme cubiche ad eccezione della cupola e dell’abside. Dal 1909 essa fu consacrata a monumento nazionale.

Castiglione di Sicilia si presenta come un borgo di pregevole fattura, che negli anni ha mantenuto più o meno l’originale struttura medievale. E’ un piacere passeggiare e perdersi per i vicoli di questo borgo, specialmente attorno l’orario del tramonto, quando gli edifici assumono un caratteristico color mattonato di fronte al sole calante.

Tramonto visto da Castiglione

Tramonto sul piazzale del Castello

Via di Castiglione al tramonto

Strada di accesso al castello

Chiesa al tramonto

Appena giunti in paese, Castiglione dà il benvenuto al viaggiatore mostrando una pregevole vista sull’intera Valle dell’Alcantara, solcata dall’omonimo fiume che dà vita proprio in questi territori alle Gurne e, poco più in là, alle rispettive Gole.
Curiosa è anche l’origine del nome Alcantara: Al – Qantarah è una parola araba che vuol dire ponte ad archi, a designare evidentemente un ponte che valicava il fiume, che successivamente fu associato a questa parola.

A te

Video intero:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.