Tag Archives: Archeologia

Taormina, anni dopo il Grand Tour

MircoMannino/ 1 Settembre, 2019/ Provincia di Messina, Taormina/ 0 comments

Taormina fu fondata ufficialmente nel 395 a.C. dagli esuli e sopravvissuti della colonia di Naxos.
Il quadro storico è il seguente: i coloni di Naxos, alleati con Atene, si scontrarono contro Siracusa, alleata di Sparta, in una battaglia che si concluse con la pesante sconfitta di Naxos nel 403 a.C.
Dionisio I, tiranno di Siracusa, fu implacabile: la colonia fu distrutta e i sopravvissuti venduti come schiavi. Gli esuli che riuscirono a sfuggire alla tratta si rifugiarono sul Monte Tauro dove vivevano gruppi di Siculi che praticavano la pastorizia. Proprio in quest’area, attorno al 395 a.C., fu fondata la città di Tauromenium, il cui nome prende spunto dalla forma del monte su cui giace, dalla vaga forma di toro.

Naxos

MircoMannino/ 17 Agosto, 2019/ Giardini Naxos, Provincia di Messina/ 0 comments

Naxos fu fondata nel 735 – 734 a.C. da dei coloni provenienti rispettivamente da Calcide Eubea e dall’Isola di Naxos – l’odierna Nasso – da cui la colonia prende il nome.
Qualche anno dopo, attorno al 729 a.C., gli stessi coloni che fondarono Naxos fondarono Katane (l’odierna Catania) e Leontinoi (l’odierna Lentini).
La fondazione di Naxos avviene quasi in contemporanea con quella di Siracusa, avvenuta tra il 734 e il 733 a.C. Tuttavia, si sostiene che la prima colonia greca ad essere stata fondata in Sicilia sia proprio quella di Naxos.

La Cunziria

MircoMannino/ 8 Agosto, 2019/ Provincia di Catania, Vizzini/ 0 comments

Questo borgo, inizialmente nato come borgo prettamente rurale, fu adibito a Conceria attorno al Settecento, per le particolari caratteristiche dell’area, favorevoli alla lavorazione della concia delle pelli.
La presenza di una fonte d’acqua vicino al borgo, data dal torrente Masera, la presenza di piante nelle colline circostanti ricche di tannini, come il Sommacco e, infine, la presenza di colline attorno al borgo in posizione ottimale per l’essicazione delle pelli sono alcuni dei motivi per i quali fu deciso di realizzare qui la Cunziria.

Motta Sant’Anastasia e il suo Neck

MircoMannino/ 20 Luglio, 2019/ Motta Sant'Anastasia, Provincia di Catania/ 0 comments

Sintetizzando, la rocca su cui il comune di Motta Sant’Anastasia sorge, originariamente era un cono eruttivo prodotto dall’Etna in epoca glaciale, circa 500 mila anni fa. Il materiale magmatico contenuto nel camino andò solidificandosi nel tempo, impedendo la sua fuoriuscita dal cono. Parallelamente a ciò, gli agenti atmosferici diedero vita a un progressivo processo di erosione del cono eruttivo esterno, facendo così emergere nei millenni il materiale magmatico solidificato contenuto all’interno.
Il Neck, appunto, alto 65 metri e costituito da basalti colonnari prismatici a sezione pentagonale o esagonale.

Casmene

MircoMannino/ 13 Luglio, 2019/ Buccheri, Provincia di Siracusa/ 0 comments

Bella gente, oggi vi voglio mostrare una davvero curiosa area archeologica situata tra Buccheri e Giarratana 🙂
L’area archeologica in questione è Casmene, un ex colonia siracusana fondata nel 644 a.C., per controllare e difendere militarmente l’area centro orientale della Sicilia da una possibile avanzata di Gela dall’Occidente verso Oriente.
La stessa storia si è ripetuta 46 anni dopo, con la fondazione di Kamarina sulla costa sud-orientale dell’isola, al fine di proteggere l’area costiera da una possibile avanzata da Occidente.

Terravecchia

MircoMannino/ 2 Luglio, 2019/ Giarratana, Provincia di Ragusa/ 0 comments

Cittadina costruita in epoca araba, rappresenta la prosecuzione di Casmene, una colonia siracusana costruita nel 644 a.C. sul monte Casale, a metà strada tra Buccheri e Giarratana e al confine tra la provincia di Siracusa e la provincia di Ragusa. Tale colonia, con l’invasione romana e la successiva invasione araba fu pian piano abbandonata in favore di Terravecchia.
Camminare lungo questa area archeologica, amici miei, è un’esperienza davvero unica. Sapete perché?
Perché all’indomani di quel catastrofico 11 Gennaio 1693, la cittadina di Terravecchia fu lasciata così com’era.

Le Catacombe di San Marco: tra la sterpaglia e l’oblio

MircoMannino/ 26 Gennaio, 2019/ Ispica, Provincia di Ragusa/ 0 comments

Quando si parla di Ispica, subito si pensa a Cava d’Ispica, una delle aree archeologiche e naturali più affascinanti di tutta la Sicilia sud-orientale.Vi è un’area nei pressi di Ispica, tuttavia, che inspiegabilmente è lasciata a se stessa, come se tutti i cittadini si fossero dimenticati completamente della sua esistenza.

Sampieri e la Fornace Penna

MircoMannino/ 27 Novembre, 2018/ Provincia di Ragusa, Scicli/ 0 comments

Sampieri è una piccola borgata sul mare situata a dieci chilometri circa da Scicli. Inizialmente villaggio di pescatori, questa borgata ebbe negli ultimi un interesse crescente tanto da essere meta di turisti d’Italia e dell’estero.Un punto forte sicuramente non da trascurare di questo villaggio è la spiaggia, caratterizzata da una sabbia fine e soffice al pari di quella del deserto. A farla da padrona vi sono delle maestose dune, dalla cui cima si può avere una magnifica vista su tutta la costa.

Articolo zero : Scicli

MircoMannino/ 20 Novembre, 2018/ Città tardo barocche del val di noto, Provincia di Ragusa, Scicli, Scicli/ 0 comments

In questi primi giorni ho avuto modo di girare in lungo e in largo questa fantastica quanto graziosa cittadina della Sicilia sud-orientale: Scicli! Famosa oltremodo negli ultimi tempi grazie alla fiction di Montalbano, oltre che all’inserimento dei Patrimoni delle città tardo barocche del Val di Noto, Scicli è cresciuta negli ultimi anni di una popolarità sempre maggiore. Ora, in questo articolo vi voglio indicare quelli che a mio avviso sono i posti che più mi hanno affascinato di questa cittadina!